Miglior frullatore 2020: Guida all’acquisto

Miglior frullatore 2020: Guida all'acquisto

Non sapete quale frullatore scegliere e acquistare? E’ del tutto normale. Il mercato è pieno zeppo di dispositivi, di marche e prezzi diversi, e selezionare il più adatto non è affatto scontato.

Fortunatamente in redazione abbiamo testato quelli più nuovi (e popolari) e in questo articolo potrete trovare solo i migliori frullatori in commercio. Siamo sicuri che qualunque siano le vostre esigenze di utilizzo e budget, troverete quello giusto per voi.

Migliori frullatori in commercio (2020)

1. Philips HR3752/00

miglior frullatore sul mercato italiano

Il Philips HR3752/00 è il miglior frullatore sul mercato italiano. Robusto nella costruzione in acciaio inox (base), la brocca da 1.8 L è in Tritan, una plastica di ultima generazione BPA-free, resistente agli urti, lavabile in lavastoviglie e riciclabile al 100%.

Il motore interno da 1400 W permette alle lame, che ruotano fino ad un massimo di 35000 giri al minuto, di frullare qualsiasi ingrediente, anche il ghiaccio. Sono 3 i programmi preimpostati, ma quello più innovativo è senza dubbio il “frullato sottovuoto“: questa particolare tecnologia permette di creare il sottovuoto all’interno del bicchiere prima dello sminuzzamento. Il risultato è un frullato più fluido, con meno bolle e meno schiuma.

Ovviamente, come per qualsiasi frullatore in commercio, anche in questo caso è possibile lavorare in manuale, con regolazione della velocità autonoma.

Non è di certo un modello economico, ma senza dubbio il top tra tutti i migliori frullatori disponibili sul mercato. E se si riesce a trovare a meno di 200€ è un best buy senza se e senza ma.

2. KitchenAid CLASSIC 5KSB1565

miglior frullatore di fascia media

KitchenAid è un marchio leader nel settore dei piccoli elettrodomestici da cucina, e questo frullatore è l’ennesima dimostrazione di quello che sa fare questa azienda.

Il CLASSIC 5KSB1565 è il miglior frullatore di fascia media sul mercato. Dalla base in metallo pressofuso, è robusto, stabile e resistente. La caraffa da 1.75 L è in plastica BPA-free, molto spessa.

Il motore da 550 W permette 5 distinte velocità, da quella più bassa di 2000 rotazioni al minuti a quella più alta da 11500 giri al minuto. C’è la funzione tritaghiaccio ma anche quella Pulse con tecnologia Soft Start: la velocità aumenta gradualmente per raggiungere ogni pezzo di cibo. Il risultato è un frullato uniforme, corposo.

E’ disponibile in due colorazioni: bianco e nero.

3. Moulinex PERFECTMIX + LM811

miglior frullatore qualità/prezzo

Il Moulinex PERFECTMIX + LM811 è il miglior frullatore qualità/prezzo tra tutti quelli che abbiamo testato. Per meno di 100€ permette prestazioni più che sufficiente per preparare frullati proteici, smoothies e molto altro in casa.

Dalla brocca in vetro termoresistente e molto robusta da 1.5 L, il motore da 1200 W permette di trattare qualsiasi ingrediente, dal ghiaccio alla frutta, senza alcun minimo problema. Ci piace poi che sia disponibile un sistema di raffreddamento ad aria per evitare l’eccessivo surriscaldamento del motore.

4. Electrolux ESB2700

miglior frullatore compatto

Per chi fosse alla ricerca del miglior frullatore compatto da usare per preparare al volo ad esempio uno smoothie post-allenamento, l’Electrolux ESB2700 è quello da acquistare.

La struttura è in acciaio inossidabile, mentre la brocca antirottura è realizzata in Tritan BPA-free. E’ importante specificare che le brocche da 600 ml (sono 2 in confezione) si trasformano in borracce da portare fuori casa grazie ai pratici tappi amovibili salva-freschezza.

Fattori da considerare quando si scegliere un frullatore

Lame: i migliori frullatori non sono quelli dalle lame più affilate, ma quelli dalle lame più durevoli nel tempo. Un buon frullatore deve essere si in grado di polverizzare qualsiasi ingrediente, ma deve anche avere delle unità di taglio che non siano da cambiare dopo un solo anno di utilizzo.

Dimensioni e peso: valutate per bene le dimensioni complessive, sia in larghezza che in altezza. Ad esempio, se dovete tenerlo sul bancone della cucina controllate che non sia troppo alto. Inoltre, se sapete che dovrete spostarlo di tanto in tanto (o spesso), valutate anche il suo peso.

Materiale della brocca: tra tutti, il vetro è il materiale che si macchia più difficilmente e trattiene meno odori, ma è anche quello più “fragile”.

Qualora ne vogliate uno di questo materiale, verificate che sia testato contro lo shock termico (ovvero che non si rompe se inserite del ghiaccio all’interno della brocca calda di lavastoviglie).

E’ chiaro che anche quelli in plastica siano perfettamente validi, ma preferite in questo caso quelli certificati BPA-free.

Potenza: non è un fattore da sottovalutare, ma non è neanche così influente da metterlo al primo posto. Ormai è difficile trovare un frullatore inadatto in potenza per l’utilizzo casalingo, ma è interessante ricordare che un motore più potente è anche quello che dura di più nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su