Come fare centrifugati di frutta e verdura

Come fare centrifugati

I centrifugati di frutta e verdura di stagione sono un vero tocca sana per gli amanti del fitness ma anche per tutti coloro che tendono ad uno stile di vita sano ed equilibrato.

L’incredibile successo di queste bevande registratosi negli ultimi tempi, ha fatto si che ad oggi è possibile acquistare ovunque una macchina per la preparazione e gustarli in ogni momento comodamente da casa. Strumento indispensabile per la loro preparazione è un robot da cucina chiamato, appunto, centrifuga.

Correlato: Migliore centrifuga da acquistare

In questa guida vi diremo tutto ciò che c’è da sapere su come fare centrifugati di frutta e verdura con estrema facilità in casa.

Come preparare un centrifugato

Per preparare un centrifugato di frutta e verdura vi basterà seguire questi semplici step:

1) Il primo passo è quello di scegliere il mix di frutti e verdure più vicino ai vostri gusti ed esigenze. Se avete deciso di utilizzare degli agrumi, è sempre preferibile privarli della buccia, per evitare che la bevanda abbia un retrogusto amaro;

2) Lavare e asciugare accuratamente gli ingredienti scelti, eliminando ogni possibile residuo di terra o polvere;

preparare ingredienti da centrifugare

3) di regola è sufficiente tagliere grossolanamente la frutta. Tuttavia, se avete scelto degli ortaggi o dei frutti duri e contenenti poca acqua (carote, lattuga o frutti poco maturi), è consigliabile ridurli in piccoli pezzi per evitare il pericolo di surriscaldamento del motore;

4) Solitamente le centrifughe in commercio sono dotate di un apposito contenitore per raccogliere il succo. Se cosi non fosse, potete utilizzare una comune brocca o contenitore in base alla quantità di succo che intendete produrre;

posizionare brocca sotto bocca della centrifuga

5) A questo punto non vi resta che impostare la giusta velocità, ricordandovi che quella più bassa è consigliabile per gli alimenti con una consistenza morbida (quindi frutti maturi e ortaggi ricchi di acqua come il sedano), mentre per gli alimenti con un consistenza più dura richiederanno una velocità più elevata per poter essere correttamente centrifugati;

centrifugare alimenti alla giusta velocità

6) L’ultimo passo, ma non per importanza, è quello di lavare accuratamente l’elettrodomestico: infatti, qualora dovessero permanere residui di cibo si creerebbe il pericolo di ingestione di germi e batteri. Vi consigliamo di staccare dal corpo della macchina tutte le parti smontabili e pulirle accuratamente con uno spazzolino.

lavare accuratamente la centrifuga post-utilizzo

Vantaggi nell’assunzione dei centrifugati

Iniziare la giornata con concentrato di vitamine, enzimi, sali minerali e antiossidanti, non ha prezzo! La velocità di preparazione fa si che i centrifughe si prestino ad essere utilizzate anche da coloro che non hanno molto tempo a disposizione, permettendovi di gustare la vostra bevanda davvero in pochi minuti.

Funzionamento delle centrifughe

La centrifuga sfrutta la forza centrifuga sviluppata mediante l’alta velocità di rotazione (7.000/18.000 giri al minuto) per separare il succo dalla polpa.

Il meccanismo di funzionamento è molto simile a quello di un tradizionale frullatore: gli alimenti vengono dapprima tagliati finemente da piccole e affilate lame, ma a differenza del frullatore, il prodotto cosi ottenuto sarà poi setacciato mediante il passaggio attraverso un apposito filtro che eliminerà anche il più piccolo residuo.

L’utilizzo di questo robot è davvero semplice e intuitivo: vi basterà tagliare gli ingredienti selezionati privandoli degli eventuali noccioli (per la frutta non è necessario eliminare la buccia), introdurli poco alla volta nel tubo di inserimento e spingerli delicatamente con l’apposito pressino.

Le combinazioni possibili per preparare un buon centrifugato sono davvero infinite! La scelta degli ingredienti da utilizzare dipenderà esclusivamente dalle vostre esigenze: ad esempio, se siete degli amanti dello sport potrete preparare un mix di arancia, sedano, carota e mela che vi consentirà di ristabilire il giusto apporto di sali minerali persi durante una corsa o un giro in bicicletta.

L’unico accorgimento che bisogna tenere bene a mente è che i centrifugati, essendo preparati con frutta e verdura freschi senza l’aggiunta di zuccheri o conservanti, si ossideranno velocemente e, quindi, dovranno essere preparati e consumati sul momento. Per preservarne la freschezza un pò più a lungo potrete aggiungere un limone ai vostri ingredienti preferiti che, grazie al suo alto contenuto di acido citrico, fungerà da conservante naturale.

E l’estrattore di succo?

I due robot apparentemente molto simili, hanno in realtà un meccanismo di funzionamento diverso con dei risvolti anche sul prodotto finito.

In particolare, mentre la centrifuga “mastica” gli ingredienti, l’estrattore li spreme fino a separare la polpa dal succo.

Queste differenze di funzionamento si ripercuotono anche sui succhi ottenuti: infatti, le bevande preparate con la centrifuga saranno prive di fibra grezza, la quale viene pressoché distrutta dal processo di frullatura e, pertanto, saranno più facilmente digeribili anche da coloro che soffrono di problemi intestinali.

Tuttavia, l’elevata velocità di rotazione può sprigionare del calore compromettendo l’integrità di alcuni micronutrienti. Al contrario, con i suoi 40 giri al minuto (in media), l’estrattore consente l’estrazione dei succhi a freddo evitando l’alterazione preservando tutte le qualità nutrienti dei cibi.

Ulteriore elemento distintivo tra i due risiede nel fatto che alcune tipologie di estrattore consentono di preparare anche degli ottimi gelati semplicemente sostituendo il filtro in dotazione con uno denominato filtro cieco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su